Iscriviti alla newsletter
Confermi di aver letto l'informativa sulla privacy!
La tua lista dei desideri

0

offerte nella tua lista dei desideri

Condizioni Generali di vendita dei Pacchetti Turistici

La vendita di pacchetti turistici da parte di Switch on Travel con sede legale a Ponte san Nicolò (PD) Via Guido Rossa, 39 p.iva 04574580280 sono regolate dalle seguenti condizioni generali di vendita formulate nel rispetto delle fonti legislative menzionate nel punto 1 che segue.

L’acquisto, effettuato sul sito, comporta, per l’acquirente, integrale accettazione delle presenti condizioni generali di vendita.

Importante per chi prenota

Per regolamento Nazionale la riduzione del 1° bambino viene calcolata al bambino più piccolo, la riduzione 2° bambino al più grande

1. PREMESSA - NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO: Premesso che: 

a) il Decreto Legislativo n. 206 del 06/09/2005 “Codice del Consumo “ dispone a protezione del consumatore che l’organizzatore ed il venditore del pacchetto turistico, cui il consumatore si rivolge, debbano

1) essere in possesso dell’autorizzazione amministrativa all’espletamento della loro attività 

2) rilasciare al consumatore copia del contratto di vendita di pacchetto turistico (ai sensi dell’art. 85 del D. Lgs. 206/2005), che è documento indispensabile per accedere eventualmente al Fondo di Garanzia di cui all’art. 15 delle presenti Condizioni generali di contratto. La nozione di pacchetto turistico (art. 84 d.lgs. 206/2005) è la seguente: “I pacchetti turistici hanno ad oggetto i viaggi, le vacanze ed i circuiti tutto compreso, risultanti dalla prefissata combinazione di almeno due degli elementi di seguito indicati, venduti od offerti in vendita ad un prezzo forfetario, e di durata superiore alle ventiquattro ore ovvero comprendente almeno una notte: 

a) trasporto;

b) alloggio; 

c) servizi turistici non accessori al trasporto o all’alloggio di cui all’articolo 86, lettere i) e o), che costituiscano parte significativa del pacchetto turistico.

La fatturazione separata degli elementi di uno stesso pacchetto turistico non sottrae l'organizzatore o il venditore agli obblighi della presente sezione.”

2. FONTI LEGISLATIVE - NORME APPLICABILI:

Il contratto di compravendita di pacchetto turistico, sia che abbia ad oggetto servizi da fornire in territorio nazionale che estero, è disciplinato, oltre che dalle presenti condizioni generali, anche da: 

  1. le clausole indicate nella documentazione di viaggio consegnata al consumatore.
  2. le disposizioni del Dec. Lgs. n. 206 del 06/09/2005 “Codice del Consumo “, e dalle Convenzioni Internazionali in materia e in particolare dalla Convenzione di Bruxelles del 20/04/70, resa esecutiva con legge 29/12/77, n. 1084, dalla Convenzione di Varsavia del 12/10/29 sul trasporto aereo internazionale, resa esecutiva con legge 19/03/32 n. 41 nel testo modificato all’Aja nel 1955, dalla Convenzione di Berma del 25/02/61 sul trasporto ferroviario resa esecutiva con legge 02/03/63, n. 806, dalla L. Reg. Veneto n. 33 del 04/11/02, in quanto applicabili ai servizi oggetto del pacchetto turistico, nonché dalle previsioni in materia del Codice Civile e delle altre norme di diritto interno, in quanto non derogate dalle previsioni del presente contratto.

3. INFORMAZIONE OBBLIGATORIA – SCHEDA TECNICA:

L’organizzatore ha l’obbligo di realizzare in catalogo o nel programma fuori catalogo una scheda tecnica. Gli elementi obbligatori da inserire nella scheda tecnica del catalogo o del programma fuori catalogo sono: estremi dell’autorizzazione amministrativa dell’organizzazione;

estremi polizza assicurativa responsabilità civile Europe Assistance  N 8316034;

autorizzazione amministrativa DET. 2206 DEL 30.09.2011 e successiva DET , 874 DEL 23/04/2012 PROT. 58035 DEL 23/04/2012

cambio di riferimento ai fini degli adeguamenti valutari, giorno o valore. 

4. PRENOTAZIONI:

La domanda di prenotazione dovrà essere redatta su apposito modulo contrattuale, se del caso elettronico, compilato in ogni sua parte . L’accettazione delle prenotazioni si intende perfezionata, con conseguente conclusione del contratto, solo nel momento in cui il cliente riceve il voucher-documentazione di viaggio per via telematica, fax o posta,  Le indicazioni relative al pacchetto turistico non contenute nei documenti contrattuali, nel programma di viaggio ovvero in altri mezzi di comunicazione scritta, saranno fornite dall’organizzatore in regolare adempimento degli obblighi previsti a proprio carico dal D. Lgs. 206/2005 in tempo utile prima dell’inizio del viaggio. L’agenzia di viaggio venditrice del pacchetto turistico ha, nei confronti del dell’Organizzatore, la veste giuridica di intermediario ai sensi dell’art. 1.3 del C.C.V. oltre che di venditore ex art. 83.1 del “Codice del Consumo”. 

Il voucher conterrà le informazioni relative al viaggio previste dall’articolo 86 del Codice del Consumo.

Eventuali ulteriori informazioni relative al viaggio non contenute nel voucher saranno comunque fornite al cliente in forma scritta prima dell’inizio del viaggio, come previsto dal codice 87 comma 2 del Codice del consumo.

In ogni caso il cliente riceverà, prima della conclusione del contratto di vendita, le informazioni di carattere generale concernenti le condizioni applicabili ai cittadini dello Stato membro dell’UE in materia di passaporto e visto con l’indicazione dei termini per il rilascio nonché gli obblighi sanitari e le relative formalità per l’effettuazione del viaggio e del soggiorno, come previsto dall’art. 87 del Codice al Consumo.

Al momento della prenotazione il consumatore è tenuto a comunicare in forma scritta eventuali particolari richieste, nonché eventuali condizioni particolari che possano incidere sulla fruizione dei servizi relativi al pacchetto. 

5. PAGAMENTI:

I prezzi dei pacchetti turistici sono espressi in euro e dipendono dal numero dei viaggiatori e dalle ulteriori opzioni prescelte al momento della prenotazione.

  • Pagamento in carta di credito:

Al momento del pagamento il cliente viene reindirizzato ad un “Pos virtuale” denominato webpos che risiede presso la banca del venditore e ritorna al sito, in maniera trasparente ed automatica, a pagamento avvenuto. Nel caso di pagamento a mezzo carta di credito il cliente potrà stampare subito i documenti di viaggio.

  • Pagamento con bonifico o conto corrente postale:

Il bonifico bancario o il pagamento in conto corrente postale andranno eseguiti alle coordinate indicate al momento della prenotazione. Copia dell’avvenuto pagamento dovrà essere inviata al numero di fax 049-9818280 o all’indirizzo e mail amministrazione@switchontravel.com. entro le ore 17:00 del giorno successivo alla prenotazione non festivo. Il mancato pagamento della somma di cui sopra alla data e all’ora stabilita costituisce clausola risolutiva espressa tale da determinare l’annullamento automatico della prenotazione. All’esito positivo della procedura il cliente riceverà i documenti di viaggio.

  • Pagamento rateale:

Nel caso la partenza del viaggio sia distante almeno 50 giorni dalla data di prenotazione il cliente avrà la facoltà di scegliere di pagare in 2 rate denominate acconto e saldo.

All’atto della prenotazione il cliente dovrà corrispondere un acconto pari al 25% della quota di partecipazione più l’eventuale quota totale per l’assicurazione contro l’annullamento del viaggio.

Il saldo del 75% del totale dovrà essere corrisposto almeno 30 giorni prima della partenza tramite bonifico bancario o con bollettino di c/c postale. Copia dell’avvenuto pagamento dovrà essere inviata al numero di fax 049-9818280 o all’indirizzo e mail amministrazione@switchontravel.com. All’esito positivo della procedura il cliente riceverà i documenti di viaggio. 

Qualora la prenotazione avvenga entro i 30 giorni dalla partenza il viaggiatore dovrà provvedere al saldo contestualmente alla prenotazione.

Il mancato pagamento delle somme di cui sopra alle date stabilite costituisce clausola risolutiva espressa tale da determinarne, la risoluzione di diritto del contratto e alla perdita dell’acconto versato.

Nel caso il cliente paghi il saldo ma intenda disdire la prenotazione si rimanda alle penali di annullamento delle presenti condizioni di viaggio.

6. CONFERMA DELLA PRENOTAZIONE

Nel caso in cui il cliente abbia pagato con carta di credito riceverà contestualmente alla conferma del pagamento il voucher in via telematica direttamente all’indirizzo e-mail indicato durante la fase di prenotazione. Il voucher attesta la conferma ed il perfezionamento della prenotazione. Fanno eccezione i pacchetti con trasporto aereo/traghetto per i quali i documenti di viaggio definitivi vengono inviati 2/3 giorni prima della data di partenza.

NB: NEL CASO IN CUI IL CLIENTE ABBIA PAGATO TRAMITE BONIFICO BANCARIO, LA PRENOTAZIONE SI INTENDE PERFEZIONATA AL RICEVIMENTO DEL VOUCHER IN VIA TELEMATICA, VIA FAX O PER POSTA. Qualora il cliente, dopo aver espletato correttamente le procedure di pagamento a 24 ore dall’invio della copia del pagamento non dovesse aver ricevuto alcun documento di viaggio è pregato di contattare il call center 049/9819979 per verificare che la copia del pagamento sia stata ricevuta correttamente. 

7. PREZZO - REVISIONI:

I prezzi per persona del pacchetto turistico si intendono ( salvo indicazioni specifiche ad es: viaggio di gruppo) su base minima di due adulti paganti e dipendono dal numero di viaggiatori, dalla durata del viaggio, dagli sconti eventuali applicati ai viaggiatori e dalle opzioni sottoscritte al momento della prenotazione. La riduzione terzo letto viene calcolata al bambino più piccolo e la riduzione quarto letto al bambino più grande. 

  1. La revisione del prezzo forfettario di vendita del pacchetto turistico convenuto dalle parti è ammessa solo quando sia stata espressamente prevista nel contratto, anche con la definizione delle modalità di calcolo, in conseguenza della variazione del costo del trasporto, del carburante, dei diritti e delle tasse quali quelle di atterraggio, di sbarco o imbarco nei porti o negli aeroporti, del tasso di cambio applicato. I costi devono essere adeguatamente documentati dal venditore.
  2. La revisione al rialzo non può in ogni caso essere superiore al dieci per cento del prezzo nel suo originario ammontare.
  3. Quando l'aumento del prezzo supera la percentuale di cui al comma 2, l'acquirente può recedere dal contratto, previo rimborso delle somme già versate alla controparte. 
  4. Il prezzo non può in ogni caso essere aumentato nei venti giorni che precedono la partenza.

8. MODIFICA O RECESSO DEL VIAGGIATORE E RINUNCIA:

Ai sensi degli art. 90 e 91 del Codice del Consumo, il cliente può recedere liberamente dal contratto senza pagamento di alcuna penale nei seguenti casi:

  1. aumento del prezzo di vendita nel suo originario ammontare in misura eccedente il 10%; 
  2. modifica in modo significativo di uno o più elementi del contratto oggettivamente configurabili come fondamentali ai fini della fruizione del pacchetto turistico complessivamente considerato e proposta dall’organizzatore, dopo la conclusione del contratto stesso, ma prima della partenza, e non accettata dal consumatore. 

Nelle ipotesi indicate, il viaggiatore ha alternativamente diritto: 

  1. ad usufruire di un pacchetto turistico alternativo, senza supplemento di prezzo o con la restituzione dell’eccedenza di prezzo, qualora il secondo pacchetto turistico abbia valore inferiore al primo; 
  2. alla restituzione entro sette giorni lavorativi dal momento del recesso o della cancellazione, delle somme di danaro già corrisposte. 

Il consumatore deve comunicare per iscritto all’organizzatore la propria scelta di recedere, ovvero di fruire di pacchetto turistico alternativo, entro e non oltre 2 giorni lavorativi dalla ricezione della proposta alternativa. In difetto di espressa comunicazione entro il termine suddetto, la proposta formulata dall’organizzatore si intende accettata.

Nei casi diversi da quelli che precedono, il cliente che intenda recedere dal contratto dovrà corrispondere, a titolo di penale, ed in ogni caso in aggiunta all’eventuale acconto già versato un importo pari ad una percentuale del prezzo di viaggio, come sotto determinata, ad esclusione delle polizze assicurative e tasse eventuali: 

  • rinuncia fino a 60 giorni prima della partenza: solo la quota di iscrizione ed eventuali spese; 
  • rinuncia da 30 a 16 giorni prima della partenza:80%; 
  • rinuncia da 15 giorni prima della partenza fino al giorno della partenza: 100%; 

Nel caso il cliente abbia già versato il saldo, lo stesso verrà imputato alla penale dovuta dal cliente per il recesso.

Nel caso il cliente abbia stipulato l’assicurazione contro l’annullamento del viaggio ed intenda disdire la prenotazione, dovrà rispettare le tempistiche di apertura del sinistro e dovrà produrre la documentazione richiesta come da condizioni scaricabili in fase di prenotazione dal sito: www.switchontravel.com per ottenere il rimborso.

Il cliente non può modificare l’oggetto del contratto, neppure in relazione ad elementi non essenziali dello stesso.

Il premio assicurativo non è in alcun caso rimborsabile.

Unica modifica prevista da parte dell’utente con addebito allo stesso di € 10,00 per prenotazione, ad esclusione delle prenotazioni relative ad un pacchetto volo/crociera/traghetto:

cambio nome previsto 7 giorni lavorativi prima della data di arrivo;

cambio data previsto 14 giorni lavorativi prima della data di arrivo soggetta a disponibilità e a variazione prezzo (nessun rimborso di quota verrà effettuato in caso di costo inferiore per la nuova data o in caso di non disponibilità per la nuova data).

Aumento del numero dei viaggiatori per camera previsto 14 giorni lavorativi prima della data di arrivo.

L’aggiunta del viaggiatore aggiuntivo è possibile previo accordo da parte dell’hotel e pagamento da parte dell’acquirente dell’eventuale supplemento di prezzo previsto.

9. MODIFICHE DOPO LA PARTENZA:

Dopo la partenza, quando una parte essenziale dei servizi previsti dal contratto non può essere effettuata, l'organizzatore predispone adeguate soluzioni alternative per la prosecuzione del viaggio programmato non comportanti oneri di qualsiasi tipo a carico del consumatore, oppure rimborsa quest'ultimo nei limiti della differenza tra le prestazioni originariamente previste e quelle effettuate, salvo il risarcimento del danno.  Se non è possibile alcuna soluzione alternativa o il consumatore non l'accetta per un giustificato motivo, l'organizzatore gli mette a disposizione un mezzo di trasporto equivalente per il ritorno al luogo di partenza o ad altro luogo convenuto, e gli restituisce la differenza tra il costo delle prestazioni previste e quello delle prestazioni effettuate fino al momento del rientro anticipato.

10. SOSTITUZIONI:(Cessione del contratto)

  1. Il consumatore può sostituire a sé un terzo che soddisfi tutte le condizioni per la fruizione del servizio, nei rapporti derivanti dal contratto, ove comunichi per iscritto all'organizzatore o al venditore, entro e non oltre quattro giorni lavorativi prima della partenza, di trovarsi nell'impossibilità di usufruire del pacchetto turistico e le generalità del cessionario.
  2. Il cedente ed il cessionario sono solidamente obbligati nei confronti dell'organizzatore o del venditore al pagamento del prezzo e delle spese ulteriori eventualmente derivanti dalla cessione.

11. OBBLIGHI E RESPONSABILITÀ DEI PARTECIPANTI:

Il consumatore risponde del pregiudizio causato per sua colpa all’organizzatore di viaggio e all’intermediario di viaggi o alle persone di cui questo ultimo risponde ai sensi degli artt. 12 e 21, a motivo e a causa della inosservanza degli obblighi che gli spettano e competono secondo la C.C.V. o i contratti che essa regola.

Il consumatore dovrà essere munito di passaporto individuale o di altro documento valido per tutti i Paesi toccati dall’itinerario, nonché dei visti di soggiorno e di transito e dei certificati sanitari che fossero eventualmente richiesti. Egli, inoltre, dovrà attenersi all’osservanza della regole di normale prudenza e diligenza ed a quelle specifiche in vigore nei Paesi destinazione del viaggio, a tutte le informazioni fornite dall’organizzatore a’ sensi dell’art. 87 del “Codice del Consumo”, nonché ai regolamenti ed alle disposizioni amministrative o legislative relative al pacchetto turistico. I partecipanti saranno chiamati a rispondere di tutti i danni che l’organizzatore dovesse subire a causa della loro inadempienza alle sopra esaminate obbligazioni. 

I cittadini stranieri reperiranno le corrispondenti informazioni attraverso le rappresentanze diplomatiche presenti in Italia e/o rispettivi canali in formativi governativi ufficiali.

I partecipanti sono invitati a consultare le informazioni generali sui Paesi non italiani che vengono fornite dal Ministero degli affari esteri tramite il sito reperibile all’indirizzo www.viaggiaresicuri.it , dalla centrale operativa telefonica al n 06.491115 e/o dal Ministero della Salute, trattandosi di dati ed informazioni suscettibili di modifiche ed aggiornamenti, prima di procedere alla prenotazione del viaggio prescelto il consumatore potrà accedere alle informazioni disponibili in relazione alla meta prescelta.

Si fa presente l’opportunità che i partecipanti si avvalgano del servizio offerto dal Ministero degli Affari Esteri attraverso il sito reperibile all’indirizzo www.dovesiamonelmondo.it per segnalare la propria destinazione di viaggio, al fine di fruire del servizio di assistenza agli italiani all’estero erogato dalla predetta struttura.

Il venditore o l’organizzatore non rispondono in nessun caso, qualora la mancata partenza e/o l’impossibilità di fruire del pacchetto turistico sia dipesa dal mancato adeguamento del viaggiatore alle indicazioni relative a documenti di viaggio e/o certificati e/o altri adempimenti richiesti in relazione alla meta di destinazione di viaggio.

12. CLASSIFICAZIONE ALBERGHIERA

La classificazione ufficiale delle strutture alberghiere viene indicata nel materiale informativo fornito al cliente in base alle indicazioni espresse e formali delle competenti autorità del Paese in cui il servizio di alloggio viene erogato.

In mancanza di classificazioni ufficiali riconosciute dalle competenti Pubbliche Autorità dei Paesi di cui sopra, l’organizzatore o il venditore si riserva la facoltà di fornire, nel catalogo o depliant o altro materiale illustrativo, una propria descrizione della struttura ricettiva, tale da consentire al consumatore una valutazione della predetta.

13. RESPONSABILITA’ DELL’ORGANIZZATORE E DELL’INTERMEDIARIO – OBBLIGO DI ASSISTENZA

L’organizzatore e il venditore rispondono dei danni derivanti dall’inadempimento o dalla inesatta esecuzione delle prestazioni che formano oggetto del pacchetto turistico, secondo le rispettive responsabilità, salvo che non provino che il mancato o inesatto adempimento è stato determinato da impossibilità della prestazione derivante da causa loro non imputabile.

La responsabilità di cui al punto che precede opera anche nel caso in cui l’organizzatore o il venditore si siano avvalsi di altri prestatori di servizi, salvo il diritto di questi ultimi di rivalersi nei loro confronti.

Il risarcimento dei danni non può in nessun caso superare i limiti indicati dagli articoli 94 e 95 del Codice del Consumo e dalla CCV ivi richiamata.

In ogni caso, l’organizzatore ed il venditore sono esonerati dalla responsabilità per danni alla persona e/o diversi di cui agli art. 94 e 95 del Codice al Consumo, qualora la mancata o inesatta esecuzione del contratto sia imputabile al consumatore o sia dipesa dal fatto di un terzo a carattere imprevedibile o inevitabile, ovvero un caso fortuito o di forza maggiore.

L’organizzatore o il venditore sono tenuti ad apprestare con sollecitudine ogni rimedio utile al soccorso del consumatore al fine di consentirgli la prosecuzione del viaggio, salvo in ogni caso il diritto al risarcimento del danno nel caso in cui l’inesatto adempimento del contratto sia a quest’ultimo imputabile.

In ogni caso, l’organizzatore è tenuto a prestare le misure di assistenza al consumatore imposte dal criterio di diligenza professionale esclusivamente con riferimento agli obblighi a proprio carico in  forza di legge o di contratto.   

14. RECLAMI E DENUNCE:

Ogni mancanza nell’esecuzione del contratto deve essere contestata dal consumatore senza ritardo affinché l’organizzatore, il suo rappresentante locale o l’accompagnatore vi pongano tempestivamente rimedio.

Il consumatore può altresì sporgere reclamo mediante l’invio di una raccomandata, con avviso di ricevimento, all’organizzatore o al venditore, entro e non oltre dieci giorni lavorativi dalla data del rientro presso la località di partenza, pena la decadenza del reclamo. 

15. ASSICURAZIONE - FONDO DI GARANZIA:

L’Organizzatore e il venditore hanno stipulato, ai sensi dell’art. 99 D. Lgs. n. 206/2005, la polizza responsabilità civile verso il consumatore per il risarcimento dei danni di cui agli articoli 94 e 95° con la Compagnia EUROPE ASSISTANCE

Ai sensi dell’art. 100 D. Lgs. 206/2005, è istituito presso il Ministero delle attività produttive il Fondo Nazionale di Garanzia cui il consumatore può rivolgersi in caso di insolvenza o di fallimento dichiarato del venditore o dell’organizzatore, per la tutela delle seguenti esigenze: - rimborso del prezzo versato; - suo rimpatrio nel caso di viaggi all’estero. Il fondo deve altresì fornire un’immediata disponibilità economica in caso di rientro forzato di turisti da Paesi extracomunitari in occasione di emergenze imputabili o meno al comportamento dell’organizzatore. 

16. ORGANIZZAZIONE TECNICA:

Agenzia Viaggi e turismo “Switch On Travel”

Via San Martino Solferino 2/A 

35020, Ponte San Nicolò (PD)

LICENZA PROVINCIA DI PADOVA: determinazione n.   2206 del 30.09.2011

17. FORO COMPETENTE:

per qualsiasi controversia sarà esclusivamente competente il Foro di  PADOVA. Le parti possono tuttavia accordarsi affinché le controversie nascenti dall’applicazione, interpretazione, esecuzione del contratto siano rimesse alla decisione, delle Commissioni arbitrali o conciliative istituite presso le Camere di Commercio I.A.A.

18. PROGRAMMA TRASMESSO

alla Provincia di Padova: in data 20.09.2012 

19. INFORMATIVA AI SENSI DELLA LEGGE:

“Comunicazione obbligatoria ai sensi dell’art. 16 della L. 269/98 - La legge italiana punisce con la pena della reclusione i reati inerenti alla prostituzione e alla pornografia minorile, anche se gli stessi sono commessi all’estero”.